16
Nei  lontani anni 60 le uniche barche presenti sul lago Trasimeno erano quelle a remi ed a motore finchè un gruppo di amici misero in acqua le prime imbarcazioni a vela.  Il pioniere fu Paolo Rosi che portò dalla svizzera il suo Flying Junior ed insieme ad altri furono inizialmente ospiti del Club Nautico già presente a Passignano nella zona limitrofa ai Giardini del Pidocchietto.
Questi giovani attirarono l’attenzione del Comandante Eduardo Acton, allora vicepresidente della Provincia, che si rese disponibile a trovargli degli spazi idonei per l’attività velica consentendogli di coltivare la loro passione.
Sono trascorsi cinquant’anni dal 16 febbraio 1968, giorno della fondazione “ufficiale” del Club Velico Trasimeno e vogliamo in quest’occasione ricordare i ventuno soci fondatori, a cui va la riconoscenza di molti velisti umbri:  Paolo Emilio Rosi che ha presieduto il Club Velico Trasimeno per ventiquattro anni, Vittorio Moratti Gallenga Stuart, Franco Benucci, Giulio Patrizi, Paolo Paduano, Mario Silvestri, Silvano Basagni, Mauro Salvetti, Pietro Migliorati, Franco Ricci, Franco Bagnolini, Diego Ragni, Alviero Cecchini, Eugenio Rustichelli, Giorgio Ciuffini, Marco Ceccarelli, Alceo Coni, Oreste Guercini, Ferdinando Saulini, Nunzio Caldarelli, Nedo Mori.  

La prima sede non era altro che il vecchio pontone galleggiante ex biglietteria della pubblica navigazione del Trasimeno all'interno della darsena della provincia, poi  la struttura ha subito una continua evoluzione finalizzata al miglioramento dei servizi offerti ai suoi associati ed a chiunque volesse praticare lo sport della vela.  Ora il CVT ha una sede sociale comoda e funzionale di circa 300 mq.,  un magazzino destinato al ricovero delle attrezzature, una darsena con 80 posti barca in acqua ed altrettanti a terra per le derive, parcheggio interno, un terreno per la rimessa carrelli ed una Foresteria.
In questo lungo periodo il CVT ha organizzato numerosissime regate sia nazionali che internazionali con atleti provenienti da tutta Europa, come l’europeo  Strale del 1978, Lightning del 1988 e L’Equipe del  2014, vari campionati nazionali di classe Strale, Fun, Meteor  fino ai più recenti del 2016 e 2017.
Da sempre i nostri atleti, soci e dirigenti hanno rappresentato il club velico su tutti i campi di regata fuori dai confini umbri, partecipando a regate fino in Finlandia, in Grecia, in Spagna ed in Polonia. Ha portato i propri dirigenti ai massimi livelli della Federazione Italiana Vela e molti dei nostri soci dopo aver veleggiato sul nostro lago hanno solcato tutto il mediterraneo.
Va ricordata la figura di Paolo Rosi primo velista sul Lago Trasimeno già nel 1965, anima e fondatore del CVT,  Presidente per 25 anni  che ha concluso la propria attività come vicepresidente della Federazione Italiana Vela per otto anni. 
Oggi dopo cinquant’anni il CVT  vive un periodo di intensa attività, ricco il calendario delle regate che ogni anno vengono organizzate ed anche per il 2018 sono in programma regate  Zonali e Nazionali. Possiamo, inoltre, dire con molto orgoglio che il CVT  vanta una Squadra agonistica formata da circa 25 atleti (dagli 8 a 17 anni) che partecipano alle regate su tutto il territorio nazionale confrontandosi  in tre differenti  Classi (Optimist, L’Equipe e 420).
Questa attività è il fiore all’occhiello del nostro Club perché, oltre ad arricchirci per i meriti sportivi, ci aiuta a contribuire attraverso i valori di rispetto, impegno ed amicizia dello sport, alla crescita sana e responsabile dei nostri ragazzi.  Lo sport della vela ha un fascino attraente, ma nello stesso tempo un pò misterioso, per cui nonostante molti vorrebbero praticarlo, la maggior parte di questi non gli si avvicinano, ritenendolo soltanto appannaggio di pochi addetti ai lavori.
In realtà è uno sport alla portata di tutti, e per tutte le età,  sono molti coloro che hanno cominciato anche in età avanzata coltivando questa passione per tutta la vita.
La vela, oltre che uno sport è anche una scuola di vita, che ti insegna ad affrontare condizioni meteomarine talvolta molto impegnative:  vedere i nostri ragazzi alti un soldo di   cacio, navigare da soli, con l'Optimist, in sicurezza e tranquillità, tra forti venti ed alte onde, sta ad indicare che la scuola di vela gli ha infuso coraggio e sicurezza, doti che si ritroveranno in futuro, quanto si troveranno ad affrontare i marosi della vita.
Abbandoniamo timori e timidezze, proviamoci non ce ne pentiremo; e soprattutto ricordiamo...non è mai troppo tardi.
Nella sede del  Club c’è una targa di ottone che, ai più può sembrare insignificante ma non è così, riporta tutti i nomi  dei dirigenti che hanno partecipato fattivamente alla vita di questa associazione, spesso “rubando” tempo al proprio lavoro ed alla propria famiglia. A tutti loro và il nostro ringraziamento e la nostra stima per averci lasciato quest’importante eredità che oggi è a disposizione di chiunque voglia condividere questa passione.


Posted in: Eventi
Actions: E-mail | Permalink |