17

Ancora una vittoria per l'imbarcazione targata SISAS. E ancora una volta si tratta di una vittoria particolarmente prestigiosa visto che parliamo di un match race di grado IV svoltosi sabato 23 e domenica 24 luglio nelle acque del nuovo Marina di Brindisi. La formula del match race, cioè quella stessa che viene usata durante le gare di Coppa America, prevede lo scontro diretto tra le due imbarcazioni obbligatoriamente uguali che, regatando al limite del regolamento, cercano di indurre l'avversario alla violazione dello stesso: quando si verifica l'infrazione di una delle norme che compongono il complesso regolamento di regata gli arbitri, gli arbitri, che seguno la gara da un gommone, infliggono alla barca in torto una penalità da scontare effettuando un giro completo su se stessa. Il confronto ravvicinato tra le due imbarcazioni rende questa disciplina tra le più avvincenti e spettacolari come già verificato durante le nottate di regata Coppa America seguite al televisore da milioni di italiani. Naturalmente vince l'equipaggio che matura più vittorie nei diversi matches.

Il Circolo della Vela di Brindisi, organizzatore del Match race, ha invitato otto equipaggi provenienti da varie regioni d'Italia che si sono scontrati a pochi metri dai moli del porto creando i presupposti per uno spettacolo davvero divertente che ha richiamato l'attenzione di numerosi spettatori.

L'equipaggio Sisas di Perugia era stavolta tutto al femminile con Chiara Forcignanò, già vincitrice del titolo italiano l'anno scorso, e capitanato da Ines Montefusco, atleta ben nota nel mondo della vela agonistica per i suoi innumerevoli successi nelle varie classi che l'hanno vista via via cimentarsi. Alla fine del round robin, vale a dire il girone durante il quale ciascun equipaggio incontra tutti gli altri, l'equipaggio targato Sisas era già in tesa avendo vinto sei dei sette match disputati, davanti a Simone Ferrarese, figlio d'arte di Roberto impegnato con +39 come coach in Coppa America e all'equipaggio del giovane timoniere anconetano Onofri. La competizione si è pertanto conclusa con la vittoria di questo equipaggio tutto al femminile che ha anche conquistatto il di conseguenza il titolo di campione del brindisino. Il successo della Sisas è conferma e preludio di quello che è il prossimo appuntamento agonistico di carattere internazionale per Sisas che è previsto per la prima settimana di settembre sul lago di Ledro, in Trentino, dove la barca umbra è stata chiamata a rappresentare i colori dell'Italia come unico equipaggio selezionato a livello nazionale dalla Federazione Italiana Vela in un Match Race di grado I cioè il livello più alto, al quale prenderanno parte i più forti equipaggi femminili del mondo.
Posted in: Regate
Actions: E-mail | Permalink |